L’account del presunto poliziotto è un fake: l’agente nella foto, quello vero, denuncia il furto d’identità

Un account usato per spacciarsi come poliziotto e fare propaganda politica. L’agente nella foto denuncia

Nuovi sviluppi sul caso dell’account Twitter @Cllaudio80 che aveva pubblicato un tweet contro le Sardine mostrando la foto di un agente con la pistola in mano. L’uomo ritratto ha riconosciuto lo scatto, la foto è sua ma non l’account: un caso di furto di identità.

Il tweet che ha scatenato la polemica.

Un account fasullo, creato e gestito da qualcuno per fingersi agente di Polizia e diffondere foto non sue al fine di attirare pubblico e per fare propaganda politica. L’agente nella foto, quello vero, si è riconosciuto e ha deciso di sporgere denuncia per l’uso della sua immagine attraverso un account di cui non è proprietario, account che nel frattempo continuava a twittare. Inoltre, la foto risale a circa 20 anni fa.

Nell’articolo precedente erano riportati i casi relativi ad altri furti di immagini e foto, come quella del presunto figlio che in realtà è una delle tante foto online di bambini.

L’account che si spaccia per un agente di polizia, tra un «buongiornissimo kaffeeee», «buonanotte a domani» e «un abbraccio amici» utili a fidelizzare un pubblico, diffondeva materiale di propaganda politica a favore di Matteo Salvini, Giorgia Meloni e della candidata Presidente in Emilia Romagna Lucia Borgonzoni.

Sullo stesso tema: