Milan, Paquetà è un problema e blocca il mercato in entrata. Rodríguez saluta

Il brasiliano è corteggiato dal Psg, ma a cifre lontane dalle richieste rossonere

C’è una parte di Milano attivissima sul mercato, l’altra che vorrebbe esserlo ma è bloccata dagli esuberi. Il calciomercato del Milan rischia di finire in un vicolo cieco tra mancanza di offerte per i ‘big’ e necessità di non operare minusvalenze. Con Suso sempre in stand-by (lo vogliono la Roma e il Siviglia, ma in prestito), è il caso Paquetà il vero argine al mercato del Diavolo.

Il calciatore, che si è progressivamente sgonfiato nelle prestazioni col passare dei mesi, ha poco mercato, perlomeno alle cifre che eviterebbero al Milan una inopinata minusvalenza a bilancio. Pagato 35 milioni di euro, il brasiliano ha una unica offerta tra le mani: quella del Psg che, però, non si spinge oltre i 20 milioni di euro.

Troppo poco per i rossoneri che, intanto, stanno per piazzare Rodríguez al Fenerbahce: prestito con diritto di riscatto a 6 milioni di euro. La Federazione turca ha dato il via libera. Al posto di Rodríguez arriverà probabilmente il terzino statunitense (con passaporto comunitario) del Wigan (Serie B inglese), Robinson, per fare da secondo all’intoccabile Theo Hernandez.

Non basterà per attivare nuove, pesanti operazioni di mercato in entrata. Per farlo servirà una partenza eccellente nella prossima settimana. O si sblocca una delle situazioni tra Paquetà (che ha chiesto di non essere convocato per stasera a Brescia), Piatek (il padre ha detto che il figlio è scontento di fare la riserva) e Suso, o il Diavolo, comunque in ripresa a inizio 2020, resterà così com’è.

Foto di copertina Ansa

Leggi anche: