«Complice»: così è l’indifferenza. La definizione di Liliana Segre per il vocabolario Zanichelli

Domani verrà celebrato il Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale che il 27 gennaio di ogni anno commemora le vittime dell’Olocausto

«L’indifferenza racchiude la chiave per comprendere la ragione del male, perché quando credi che una cosa non ti tocchi, non ti riguardi, allora non c’è limite all’orrore. L’indifferente è complice. Complice dei misfatti
peggiori».

Queste alcune parole della ‘definizione d’autore’ che la senatrice a vita Liliana Segre, superstite dell’Olocausto e testimone della Shoah italiana ha scritto per il vocabolario Zingarelli 2020. A Segre andrà la cittadinanza onoraria di Roma, insieme a quelle già assegnate di molte altre città italiane.

Domani verrà celebrato il Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale che il 27 gennaio di ogni anno commemora le vittime dell’Olocausto.

In copertina ANSA/Matteo Bazzi | La senatrice a vita Liliana Segre in una immagine del 15 novembre 2019

Leggi anche: