Salvini al citofono, il ragazzo: «Non spaccio e non ho precedenti. Mi ha rovinato la vita in 5 minuti» – Il video

L’intervista – dal titolo “Scotta il citofono” – andrà in onda nella puntata di stasera di PiazzaPulita

«Ho 17 anni, studio e gioco a calcio. A Imola. Sono stato convocato in nazionale, è stata una grandissima esperienza. Non ho precedenti, non sono uno spacciatore». Commenta così l’episodio del citofono con protagonista l’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, il 17enne di Bologna, del quartiere Pilastro, che nel parlare racconta qualcosa di sé.

La scorsa settimana il leader della Lega, in chiusura di campagna elettorale, si è presentato sotto casa sua e ha citofonato per chiedergli se spacciava. L’intervista – dal titolo “Scotta il citofono” – andrà in onda nella puntata di stasera, 30 gennaio, durante la trasmissione tv PiazzaPulita, su La7.

«Ogni giorno mi chiedo: perché proprio me? – aggiunge il giovane – A un 17enne gli hai rovinato la vita in cinque minuti, da un giorno all’altro. Un politico che è venuto in periferia così… Cioè da pizzaiolo, postino, a suonare e dire “tu spacci”. Ma cos’è?».

Leggi anche:

Ultimi aggiornamenti: