Benevento, l’ex ministro Clemente Mastella si dimette da sindaco

La decisione, nell’aria da giorni, causata da forti divergenze con alcuni esponenti della sua maggioranza. Ora Mastella potrebbe lanciare la sua candidatura alle prossime elezioni regionali campane

Clemente Mastella ha rassegnato le dimissioni dalla carica di primo cittadino del Comune di Benevento. La lettera di dimissioni è stata acquisita stamani al protocollo di Palazzo Mosti, sede del municipio. Non sono state ancora comunicate le motivazioni del gesto dell’ex ministro. Benevento è l’unico capoluogo di provincia in Campania guidato dal centrdestra.


«Il mio compito è giunto al termine». Con queste poche parole l’ormai ex sindaco, qualche giorno fa, durante l’inaugurazione della nuova centrale operativa dell’Asl, con il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, aveva anticipato la sua scelta, che sarebbe maturata nei giorni precedenti. «Prenderò le mie decisioni. Mi sono dimesso da ministro, figuriamoci se…», aveva detto Mastella, che nelle settimane scorse aveva avuto divergenze forti con alcuni esponenti della sua maggioranza.

Mastella lo scorso 18 gennaio aveva scritto sulla sua pagina Facebook: «Vedo nella mia maggioranza quasi ex, anche se molti dichiarano fiducia nella mia persona, cose che non mi convincono. Io ho chiesto di fare il sindaco per la gente, per risolvere qualche problema alla città. Tanti sono stati risolti, altri avviati a soluzione. Qualcuno non ricorda che mi sono dimesso da ministro per la mia dignità. A questa non rinuncio. Dopo la visita del presidente Mattarella, che su mio invito e della università verrà a Benevento prenderò le mie decisioni».

Vedo nella mia maggioranza, quasi ex, anche se molti dichiarano fiducia nella mia persona, cose che non mi convincono….

Gepostet von Clemente Mastella Sindaco am Samstag, 18. Januar 2020

Eletto nel 2016 alla guida di una coalizione di centrodestra, l’ex guardasigilli del governo Prodi ha poi aderito a Forza Italia. Non è da escludere che la decisione di lasciare l’incarico di sindaco possa aprire la strada a una candidatura alle prossime elezioni regionali.

Mastella tecnicamente resterà in carica fino al 22 febbraio, in base al comma 3 dell’articolo 53 del testo unico degli Enti Locali che recita: «Le dimissioni presentate dal sindaco o dal presidente della Provincia diventano efficaci e irrevocabili trascorso il termine di 20 giorni dalla loro presentazione al consiglio. In tal caso si procede allo scioglimento del consiglio, con contestuale nomina di un commissario».

Leggi anche: