Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il video dei maiali ammassati e gettati in una fossa comune in Cina: non è Coronavirus

Nel mondo dei social nell’era del nuovo Coronavirus circolano moltissimi video, alcuni veri a alcuni falsi. Questo è falso

L’otto febbraio 2020 l’account Instagram @Coronavirus.official in lingua turca (uno dei tanti creati probabilmente per attirare utenti sfruttando l’epidemia in Cina) pubblica un video in cui si vedono numerosi maiali ammassati e gettati in una fossa comune con delle ruspe. Il motivo? Pur scrivendo nel post che non si hanno conferme della veridicità del video, il tutto fa pensare che si tratti di un’operazione di contrasto al nuovo Coronavirus in Cina.

Il video è stato sicuramente prelevato da Weibo (si nota il logo in basso nel centro) ma non ha nulla a che fare con l’attuale situazione in Cina. Troviamo lo stesso video diffuso negli anni passati, ad esempio nel 2019.

Ecco un tweet dell’account Twitter @sangesnicola dove troviamo lo stesso video con la seguente descrizione:

Esseri viventi trattati come spazzatura. Questo filmato è stato registrato lo scorso anno mentre la Cina ha combattuto un focolaio di peste suina africana (ASF). Il video mostra i maiali vivi fatti cadere dai camion in una buca profonda. Resta inteso che sono stati sepolti vivi.

Il video pubblicato su Instagram era già stato pubblicato su Youtube il 31 marzo 2019. Ecco lo screenshot dove è possibile vedere il logo di Weibo in basso al centro:

Il video era stato pubblicato prima ancora dell’account Instagram dall’utente Twitter @Dhiyasri1231 in un tweet del 3 febbraio 2020:

Leggi anche: