Ruby ter, la procura di Siena chiede 4 anni e 2 mesi per Silvio Berlusconi

L’ex cavaliere avrebbe pagato il pianista senese Danilo Mariani per spingerlo alla falsa testimonianza sul caso Olgettine. Per Mariani chiesti 4 anni e 6 mesi

Quattro anni e due mesi di reclusione. Tanto ha chiesto la pm di Siena, Valentina Magnini, per Silvio Berlusconi, imputato per corruzione in atti giudiziari nell’ambito del processo Ruby ter in corso a Siena. Secondo l’accusa, l’ex cavaliere avrebbe pagato il pianista senese Danilo Mariani per spingerlo a testimoniare il falso sul caso “Olgettine”. La stessa Procura, per Mariani, ha chiesto 4 anni e 6 mesi, per i reati di falsa testimonianza e di corruzione in atti giudiziari.

A questo punto, l’udienza va avanti con le arringhe dei difensori di Berlusconi – gli avvocati Federico Cecconi ed Enrico De Martino – di fronte al collegio del tribunale di Siena presieduto dal giudice Ottavio Mosti. Nonostante il filone principale dell’inchiesta rimanga a Milano, questo stralcio del processo “Olgettine” è stato trasferito a Siena dopo lo spacchettamento deciso dal gup di Milano nell’aprile 2016. Anche altre posizioni, che vedono imputato sempre l’ex premier Berlusconi, sono state trasferite a Torino, Pescara, Treviso, Roma e Monza.

Leggi anche: