«Start here!»: il long form interattivo che insegna come combattere il cambiamento climatico (nella vita di tutti i giorni)

di OPEN

Quattro punti attraverso cui ognuno può agire nel suo piccolo e contribuire a salvare il Pianeta

Combattere il cambiamento climatico spetta a tutti? Molte volte ci siamo convinti che l’impatto che possiamo avere sull’ambiente è talmente minimo e insignificante, rispetto ai grandi conglomerati industriali o ai “potenti” della Terra, che provarci è quasi uno spreco di forze. E se non fossero bastate le mobilitazioni di piazza di milioni di giovani di Fridays for future in tutto il mondo, a spronare tutti – vecchi, adulti e giovani – ad agire è arrivata l’organizzazione no profit Audubon.


L’ong che si occupa della protezione dell’ambiente e della lotta al cambiamento climatico ha condiviso, attraverso un long form interattivo, un vademecum per tutti coloro che vogliano contribuire, ma non sanno come. Quattro punti attraverso cui ognuno può agire nel suo piccolo e contribuire a salvare il pianeta cambiando abitudini e comportamenti.

1. Parlane!

Una delle cose più importanti che si può fare per iniziare a combattere il cambiamento climatico è parlarne. Alcune ricerche hanno dimostrato come discutere del surriscaldamento globale con amici e parenti rinforzi la consapevolezza che la crisi c’è ed è reale. Comincia dal tuo backyard, il tuo giardino di casa, per trasformare le tue abitudini.

Quando le persone vedono gli altri nella loro comunità agire, sono molto più propensi a farlo da soli. Il termine tecnico per questo è «norma sociale», ma chiamiamolo semplicemente «fare la tua parte per aiutare a salvare il mondo».

2. Coinvolgi la tua comunità

Ora che hai preso consapevolezza, la seconda cosa da fare è di incoraggiare e aiutare quelli intorno a te. Ma da dove partite? Considera la tua comunità locale, gli spazi dove già hai una qualche forma di impatto e di connessione, la scuola dei tuoi figli, il tuo luogo di lavoro, la tua classe, un club del libro. Soltanto presentandoti e condividendo la tua motivazione per un’azione precisa e immediata potresti portare altri a venirti a ruota nell’adottare pratiche e politiche «amiche dell’ambiente».

3. Agisci sul sistema

Dopo aver plasmato le tue abitudini individuali e aver coinvolto parte della tua comunità è il momento di pensare a cambiare il sistema politico che contribuisce al cambiamento climatico. C’è bisogno di intraprendere azioni concrete per adottare energie rinnovabili e soluzioni eco-friendly. In questa fase bisogna elaborare delle richieste e delle strategie. E cercare degli “alleati” per esempio aderire ad associazioni ambientaliste, sposare progetti che lottano contro il cambiamento climatico.

4. Unisciti a una causa nazionale

Infine il quarto livello, che prevede di intraprendere azioni a livello nazionale. Votare per i candidati politici che sono pronti a compiere passi significativi verso il contenimento delle emissioni di carbonio.

La seconda azione, scrive sempre la ong, è sostenere un movimento inclusivo in cui tutti hanno voce capitolo, soprattutto quelli che già soffrono di un pianeta in fase di riscaldamento. Il cambiamento climatico è una crisi, ma può anche essere un’opportunità per creare un mondo più giusto.

Leggi anche: