Matteo Salvini e la paura delle larghe intese: «Basta tirare a campare»

Il leader del Carroccio rilancia: l’unica possibilità, dice, è il voto

Il segretario della Lega Matteo Salvini si schiera, manco a dirlo, contro il rischio delle larghe intese. Alla notizia di un’eventuale pattuglia di “responsabili” pronta a sostituire Italia viva, ribatte: «L’unico governo possibile è quello che devono scegliere gli italiani votando. Larghe intese per il presidenzialismo? Non può essere un motivo per tirare a campare».


«C’è bisogno di un esecutivo che abbia le idee chiare sull’economia e l’attuale governo non le ha», continua Salvini. L’attacco, sebbene indiretto, sembra indirizzarsi anche nei confronti del presidente della Repubblica Sergio Mattarella: proprio lui finirebbe per essere il garante di un passaggio di consegne, più o meno indolore.

«Sull’elezione diretta del presidente della Repubblica abbiamo raccolto 100mila firma nello scorso fine settimana: quindi chiunque sostenga questo cambiamento di modernità ed efficienza proposto dalla Lega può andare in tutti i Comuni italiani a firmare».

Sullo stesso tema: