TikTok nel bene e nel male: arriva il Filtro Famiglia, ma preoccupa la pericolosa Skullbreaker Challenge

“Filtro Famiglia” e “Gestione del Tempo nel Feed” sono i due tool per permettere ai genitori di controllare l’attività dei figli

Grandi novità nel social network del 2020: TikTok, la piattaforma che sta rivoluzionando la comunicazione tra i giovani, sta introducendo funzioni per dare ai genitori degli utenti la possibilità di controllare meglio i propri figli. Sono due i tool pensati per gli adulti: il “Filtro Famiglia” e la “Gestione del Tempo nel Feed”.

Sarà, in pratica, consentito ai genitori di associare il proprio account TikTok a quello dei figli, per controllare diverse attività online. Ad esempio, il tutore del minorenne potrà impostare il tempo massimo giornaliero da passare sull’app. Limitare la ricezione e l’invio di messaggi privati, oppure escludere del tutto la funzionalità. Ancora, decidere il genere di contenuti che non deve apparire nel feed dei figli perché ritenuti inappropriati.

L’annuncio del “Filtro Famiglia” arriva in concomitanza con un’altra funzione, «per migliorare il benessere digitale degli utenti e mantenere un rapporto equilibrato con l’app e i servizi online», dicono dalla società. Si tratta della funzione “Gestione del Tempo nel Feed”, un sistema di notifiche che segnalano l’eccessivo utilizzo dello scroll e del tempo passato a guardare i TikTok altrui.

L’applicazione collaborerà con alcuni tra i creator più famosi, facendo loro realizzare una serie di pillole video per ricordare di tenere d’occhio il tempo passato online, con l’invito di prendersi una pausa dallo schermo. I due tool, già disponibili nel Regno Unito, arriveranno in Italia nelle prossime settimane.

Una sfida da evitare

Anche TikTok come gli altri social media, raggiunta una certa visibilità, deve far i conti con alcuni trend che diventano virali e possono mettere a rischio la sicurezza degli utenti. L’ultima delle sfide pericolose che è diventata virale in tutto il mondo è la Skullbreaker Challenge. Tradotto? La “sfida spaccacranio”.

Una moda idiota, partita in America e arrivata anche in Italia, che consiste nella pedissequa ripetizione di uno scherzo dalle conseguenze rischiose. Tre ragazzi si dispongono l’uno di fianco all’altro. Si invita la persona al centro, ignara dell’esito del gioco, a compiere un salto dopo che è stato fatto dai due individui agli estremi.

Mentre è in volo, i ragazzi appena atterrati calciano le caviglie della persona al centro spostando il suo baricentro indietro e facendolo cadere di schiena, con il rischio di subire colpi pericolosi alla spina dorsale e alla testa.

Sullo stesso tema: