Padova, 14enne ha un infarto a scuola: dichiarata morte cerebrale. A Trapani muore un 19enne dopo un malore in classe

I due sono stati portati d’urgenza in ospedale ma per entrambi non c’è stato nulla da fare

Anna Modenese, 14 anni, si è sentita male mentre seguiva la lezione della prima ora di matematica al liceo delle Scienza Umane “Duca d’Aosta” di Padova. Se n’è accorta la compagna di banco che l’ha vista accasciarsi a terra, priva di sensi. Nonostante il tentativo, la ragazzina non si riprende: non parla e non respira. Il professore e i compagni hanno chiamato il 118 che, arrivato sul posto, ha iniziato le procedure di rianimazione. Il cuore riprende a battere, Anna viene allora portata d’urgenza al pronto soccorso.

Lì verrà dirottata al reparto di terapia intensiva in Cardiologia. I medici hanno rilevato tre arresti cardiaci in poco tempo. A nulla sono valsi i tentativi di farla riprendere, dopo una notte trascorsa in ospedale, nel pomeriggio di oggi – 20 febbraio – è stato avviato, e concluso, l’iter di accertamento della morte cerebrale. I familiari hanno consentito l’espianto degli organi.

Stessa sorte per uno studente di 19 anni, O.K. che oggi è morto dopo un malore e il successivo ricovero in ospedale. Di origine albanese ma da anni residente a Makari, frazione di San Vito Lo Capo, ha perso la vita dopo essersi sentito male a scuola. La procura di Trapani ha aperto un fascicolo. Il giovane, che frequentava l’Istituto alberghiero, all’improvviso, stamani ha avvertito un dolore al petto. Subito soccorso, è deceduto mentre i sanitari del “Sant’Antonio Abate” lo stavano sottoponendo ad esami diagnostici.

Leggi anche: