Coronavirus, battuto all’asta il dipinto di Jorit col medico pioniere nella lotta al Covid. Il ricavato va al Pascale di Napoli e alla Lombardia

«Nessuno si salva da solo», così scrive Jorit che ha deciso di destinare il ricavato dell’asta di beneficenza all’ospedale Pascale di Napoli e alla Regione Lombardia

L’asta è chiusa: il dipinto è stato battuto a 14.400 euro. Così lo street artist Jorit annuncia la vendita di una delle sue ultime opere raffigurante Paolo Ascierto, il medico che in Italia ha curato per primo i pazienti positivi al Coronavirus con il Tocilizumab, un anticorpo monoclonale il cui uso nel trattamento della malattia Covid-19 è in fase di sperimentazione clinica, autorizzata dall’Agenzia italiana del farmaco. A portarsi a casa il dipinto per 14.400 euro è stato il napoletano Mario Morra, che nella vita si occupa di turismo, settore «come molti altri duramente colpito da questa emergenza sociale e economica oltre che sanitaria», scrive Jorit nel suo post Facebook.


Anche l’asta è stata portata avanti in via telematica, come quasi tutte le attività in moto ora, con l’Italia in pieno lockdown. L’affare è stato chiuso sul portale Blindarte e a questo punto il ricavato sta per essere recapitato «per metà all’ospedale Pascale di Napoli e per metà alla Lombardia». È il contributo dello street artist napoletano alla lotta di medici, infermieri e personale sanitario contro il Covid-19: «Nessuno si salva da solo – scrive Jorit – ne usciremo solo comportandoci tutti finalmente da comunità».

ANSA/ CESARE ABBATE | Una delle opere più famose di Jorit Agoch: il murales di Diego Armando Maradona dipinto a San Giovanni a Teduccio, vicino Napoli

Il parere degli esperti:

Leggi anche: