Una foto di Hitler e la scritta «Nel forno»: minacce antisemite al dem Emanuele Fiano

Condanna unanime e bipartisan. Per il presidente della Camera Roberto Fico si tratta di «ributtanti minacce antisemite» e di «un’offesa alla memoria dei milioni di morti nei campi di sterminio»

«Stasera mi hanno preso di mira ma io non ho voglia di rimanere da solo a incazzarmi». A parlare è il deputato del Partito Democratico Emanuele Fiano che su Facebook racconta di aver ricevuto una foto di Hitler con la scritta «Nel forno». Una minaccia antisemita che è stata duramente condannata da tutti i parlamentari, di ogni colore politico.

Le reazioni

Emanuele è il terzo e ultimo figlio di Nedo Fiano, deportato ad Auschwitz e unico superstite di tutta la sua famiglia. «La foto recapitata a Fiano – scrivono in una nota i deputati dem – rappresenta un gesto disgustoso, stupido, antisemita. Un’offesa ai milioni di morti nei campi di concentramento, ai milioni di caduti durante la guerra per sconfiggere il nazifascismo e restituire all’Europa libertà e democrazia». «Tutti i democratici si stringono a lui, e a tutte le vittime di atti antisemiti, razzisti, violenti, oltraggiosi – e in questi ultimi anni purtroppo non sono poche – per testimoniare insieme il rifiuto di tali gesti, e la nostra voglia di sconfiggerli ora e sempre».

Per il presidente della Camera, Roberto Fico si tratta di «ributtanti minacce antisemite» e di «un’offesa alla memoria dei milioni di morti nei campi di sterminio: parole ed immagini che non possono appartenere al dibattito pubblico. Dobbiamo condannarle tutti, con forza».

Per Piero Fassino «l’intimidazione antisemita dimostra l’abissale miseria umana e morale di chi quell’atto ha pensato e organizzato. Qualsiasi persona civile non può che condannare e respingere ogni manifestazione di antisemitismo e antisionismo». Il segretario dem, Nicola Zingaretti, invece, lancia un appello forte e chiaro affinché «la politica sia unita contro l’odio».

«La condanna di questi episodi deve essere ferma e meglio sarebbe se venisse da tutte le forze politiche, senza distinzioni di colore o di schieramento. La violenza, non importa di quale colore si vesta, va sempre respinta e condannata», dichiara il deputato di Forza Italia Osvaldo Napoli. La presidente dei senatori azzurri, Anna Maria Bernini, parla di «disgustosa minaccia antisemita», mentre secondo il capo politico del M5s Vito Crimi le minacce ricevute da Fiano sono «uno sfregio a tutte le vittime dell’Olocausto e un atto vile, misero, privo di dignità, che non deve appartenerci».

Foto in copertina di repertorio: Riccardo Antimiani per Ansa

Leggi anche: