Germania, ecco il gruppo Telegram di militari di estrema destra che progetta la guerra civile e il colpo di Stato

«Ho l’equipaggiamento da combattimento. Nel caso… Di una guerra civile», dice uno. «Qui si fa un bel botto, se solo si preme il grilletto», dice un altro. Per i componenti di Wir, il governo federale dovrebbe essere arrestato

Una guerra civile in Germania e azioni contro i dissidenti. È questo il contenuto delle conversazioni tra militari delle Forze armate tedesche in un canale Telegram di estrema destra. A rivelarlo è il settimanale Die Zeit citato da AgenziaNova. Il nome del gruppo, attivo fino alla fine del mese scorso, era Wir, ovvero Noi in tedesco: ne facevano parte 240 utenti tra veterani della Bundeswehr, l’esercito tedesco, militari in servizio e riservisti.

Si definiscono «liberi, sociali, nazionali», e nel gruppo non mancano messaggi che inneggiano alla violenza xenofoba e all’antisemitismo. Nelle loro conversazioni non manca, come in altre chat dell’estrema tedesca, la preparazione al “giorno X”, cioè – spiega AgenziaNova – il termine che la destra radicale usa per il colpo di Stato che rovescerà l’ordinamento liberaldemocratico. Già, perché per i componenti di Wir il governo federale dovrebbe essere arrestato.

I messaggi

«I miei preparativi sono completi. Ho l’equipaggiamento da combattimento. Nel caso… Di una guerra civile», dice un riservista con tanto di immagine di elmetti, zaini e un sacco a pelo con il camuffamento dell’esercito. «Qui si fa un bel botto, se solo si preme il grilletto», dice un altro, sedicente servitore della Legione straniera francese condividendo una sua foto con tanto di mitragliatrice. «Puoi portarmi nel gruppo di ricognizione degli antifascisti?», chiede un’altra persona che dice di essere un allievo sottufficiale della Bundeswehr. «Vorrei sapere chi sono i miei nemici per poter agire contro questi terroristi».

Nel gruppo c’è anche una sostenitrice del Gruppo S: 12 persone arrestate a a febbraio e accusate di aver pianificato attenti contro delle moschee e contro alcuni politici. Secondo Die Zeit sarebbe stata lei, molto vicina al Gruppo S, a creare la chat Telegram per fare «tornare a comunicare di più nella società» chi ne fa parte, «deliberatamente» mettendo insieme «diverse posizioni: patrioti, gilet gialli e nazionalsocialisti».

In copertina Wikipedia | Due soldati tedeschi in esercitazione

Leggi anche: