Roma, 15enne travolto e ucciso mentre «attraversava sulle strisce pedonali». Arrestato il conducente 22enne

Era uscito per festeggiare la fine della scuola. Il conducente arrestato è risultato positivo al test sulla droga

Un ragazzo di 15 anni è stato travolto e ucciso a Roma mentre, secondo il racconto dei testimoni, stava attraversando la strada sulle strisce pedonali. Il giovane era uscito per festeggiare l’ultimo giorno di scuola. Alla guida della Peugeot 106 che l’ha investito un 22enne, risultato positivo all’esame tossicologico. Ora è agli arresti, accusato di omicidio stradale e guida sotto effetto di sostanze stupefacenti. «L’auto è arrivata come un missile», raccontano i testimoni.


Mattia, questo il nome del 15enne, stava attraversando la strada con un paio di amici che, vedendo la macchina, sono riusciti a indietreggiare in tempo, il giovane invece è stato travolto. «Io e mia moglie infermiera abbiamo cercato di rianimarlo per oltre venti minuti, ma niente. Aveva una profonda spaccatura dietro la testa», ha detto il dottor Roberto Presbiteri al Messaggero.

Il ragazzo frequentava il primo anno al Liceo scientifico Democrito ed era uscito ieri sera con la comitiva delle scuole medie. Nel quartiere di Mattia intanto monta la protesta: «Le nostre strade sono insicure», «Non si può morire a 15 anni….e anche questa morte non servirà a cambiare un quartiere abbandonato come l’Infernetto e dove gli automobilisti sfrecciano come matti su strade al limite della decenza», dicono i residenti, come riporta il quotidiano romano.

Immagine copertina: foto generica Ansa

Leggi anche: