Dirottò e diede fuoco allo scuolabus a San Donato, il pm chiede 24 anni per Ousseynou Sy

Stando a fonti di agenzie, Sy, presente nell’aula bunker, starebbe dando le spalle al magistrato e alla Corte d’Assise

24 anni. È questa la richiesta formulata dal pm di Milano Luca Poniz nella sua requisitoria del processo a carico di Ousseynou Sy, l’uomo di 47 anni che il 20 marzo 2019 dirottò e incendiò un pullman a San Donato Milanese. A bordo erano presenti 50 ragazzi, due insegnanti e una operatrice scolastica. Gli ostaggi si sono salvati anche grazie alla prontezza di alcuni di loro – tra cui Rami.

Poniz ha riformulato uno dei capi di imputazione aggravandolo e l’ipotesi di sequestro è stata trasformata ora in sequestro con finalità di terrorismo. Rimangono inalterate le altre due accuse, e cioè strage e incendio. Stando a fonti di agenzie, Sy, presente nell’aula bunker, starebbe dando le spalle al magistrato e alla Corte d’Assise. In aula è presente anche il responsabile dell’antiterrorismo milanese Alberto Nobili.

Leggi anche: