Colata di sangue sulla faccia di Musumeci, il manifesto shock dei grillini siciliani

«È solo un modo per fare notare che Musumeci è un incubo per la Sicilia», fanno sapere dal Movimento 5 Stelle

Un volantino sta facendo discutere la Regione Sicilia. Si tratta di una locandina postata dal pentastellato Nuccio Di Paola che ritrae il volto di Nello Musumeci, presidente della giunta. Attorno alla sua foto c’è una decorazione di colore rosso che riporta a un immaginario horror. Per la maggioranza, la simbologia è chiara: una «colata di rosso sangue, che gocciola sul viso del Presidente».

«Ogni commento sarebbe superfluo», commenta Musumeci sul suo profilo Facebook. Ma dal Movimento 5 Stelle smentiscono qualsiasi riferimento a minacce o violenza. «Lo abbiamo fatto per rappresentarlo come un incubo», spiegano a la Repubblica. Ma ormai il vaso si è aperto e le indignazioni arrivano a valanghe. «Di Paola ha decisamente valicato ogni limite, postando una foto del presidente della Regione che gronda sangue», ha dichiarato il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè.

Presto, le critiche e le richieste di scuse pubbliche si sono trasformate in minacce e insulti allo stesso Di Paola. «Mi danno del primitivo, inetto, cialtrone, violento, insulso e mentre scrivo l’elenco cresce – scrive in un altro post-. Per non parlare dei messaggi minatori in privato dei suoi hooligan».

Leggi anche: