A Sant’Oreste un parroco ha sposato (civilmente) due donne

È stato il don del paese a chiedere alla prima cittadina di poter celebrare la cerimonia

A Sant’Oreste, un piccolo comune della provincia di Roma nei giorni scorsi è stato celebrato un matrimonio tra due donne. Il grande ospite della cerimonia è stato il parroco del paese che, per l’occasione, ha indossato la fascia tricolore e ha celebrato il rito facendo le veci del sindaco, in municipio. Pochi giorni prima della celebrazione, il parroco di San Lorenzo Martire – contattato dall’Adnkronos non ha risposto – è andato dalla prima cittadina per chiedere di potere unire in matrimonio (civile) le due donne.


«Il parroco mi ha chiesto di potere avere la delega per sposare le due donne perché è prerogativa del sindaco concederla e, nella volontà di non ledere i diritti di nessuno, gliel’ho data», ha raccontato Valentina Pini, sindaco del paesino, che ha poi confermato che «la cerimonia è avvenuta in Comune».

La prima cittadina ha poi spiegato: «Avendo una certa confidenza col parroco ho detto pure di valutare l’opportunità di questa cerimonia. Ecco come sono andate le cose». E ha concluso: «Non so se lo hanno fatto a titolo religioso o per amicizia. Io ho concesso la delega solo nella volontà di non ledere i diritti di nessuno».

Leggi anche: