Ucraina, arrestato il sequestratore del bus. Il presidente Zelensky aveva esaudito una delle sue richieste

L’uomo di 44 anni nato in Russia aveva alle spalle due condanne a dieci anni per frode e possesso illegale di armi

Le forze dell’ordine hanno arrestato il sequestratore che questa mattina aveva preso in ostaggio i passeggeri di un autobus a Lutsk. L’uomo – entrato sul bus con un’arma automatica, una granata e due bombe – aveva chiesto a leader religiosi, ministri, presidenti di tribunale, procure e parlamentari di registrare dei video su YouTube in cui dichiaravano di essere terroristi legalizzati. L’assalitore è un pregiudicato ucraino nato in Russia di 44 anni: si chiamerebbe Maksim Krivosh e avrebbe alle spalle due condanne e dieci anni dietro le sbarre «per una serie di gravi reati», tra cui frode e possesso illegale di armi.


Poco prima dell’arresto aveva rilasciato tre ostaggi, dopo che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky aveva esaudito la sua richiesta: pubblicare su Facebook un breve video in cui invitava a guardare il documentario Earthlings sullo sfruttamento degli animali narrato da Joaquin Phoenix. L’uomo aveva minacciato di far esplodere degli ordigni se le sue richieste non fossero state soddisfatte.

Leggi anche: