Zanardi, il medico della clinica riabilitativa: «Sarà come scalare l’Himalaya. Ma faremo tutto il possibile»

«Sono sicuro che papà ce la farà», aveva detto ieri il figlio Niccolò

Da due giorni Alex Zanardi si trova ricoverato alla clinica Villa Beretta, in provincia di Lecco. È qui che trascorrerà il suo periodo di riabilitazione dopo più di un mese dall’incidente dello scorso 19 giugno. «Alex Zanardi percepisce qualcosa del mondo attorno a lui?».

Alla domanda posta dalla giornalista del Corriere della Sera, Franco Molteni, dirigente dell’Unità Operativa della clinica di riabilitazione, risponde con una metafora: «Quello che posso dirle è che in questo momento lui è davanti all’Himalaya. Non possiamo essere stupidamente ottimisti e avere ora la certezza che arriverà in cima, ma non possiamo nemmeno essere preventivamente disfattisti e dirci sicuri che non ce la farà».

Una risposta che rileva la riservatezza chiesta dalla famiglia Zanardi sulle condizioni di Alex e la promessa del medico di non rivelare le condizioni dell’atleta. Proprio ieri il figlio ha detto: «Sono sicuro che papà ce la farà». Parlando della clinica, Niccolò Zanardi ha commentato: «Qui ci sono i massimi esperti nella riabilitazione neurologica».

Leggi anche: