Proietta film hard in piazza a Bologna, lo studente lancia la campagna online per la multa. Raccolti quasi 7mila euro: «Pagherò e il resto lo darò in beneficenza»

Il 24enne aveva proiettato il film «Il Prezzo della Gloria». Ora ringrazia chi si è mobilitato per lui: «L’Italia vuole Goliardia»

«Passando per la piazza qualche giorno fa mi sono detto: ti immagini come sarebbe guardare un porno su questo telo? Si può fare». La storia di Carlo Ferretti, studente di 24 anni di Ingegneria a Bologna, ha quasi del surreale. È il 23 luglio quando decide di proiettare per circa 15 minuti un film hard sul maxischerzo di Piazza maggiore approfittando dell’annuale rassegna estiva «Sotto le stelle del cinema».

La vicenda

La proiezione viene però interrotta dalle forze dell’ordine e il ragazzo riceve una multa di 5mila euro. Appena si è diffusa la notizia sui social è partita una campagna di firme in sua difesa, per fare cancellare la sanzione. Ma è lo stesso Carlo ad aprire una raccolta fondi per pagare la multa: l’obiettivo è stato raggiunto in poche ore. Anzi sono stati raccolti quasi 2mila euro in più che lo studente ha detto di volere donare in beneficenza.

Il ringraziamento social

«L’Italia vuole Goliardia. Sono sollevato, commosso, fiero di quante persone si siano mosse per salvarmi la pelle davanti a minacce da buoncostume che reputo fuori da questa linea temporale da almeno 60 anni», ha scritto su Facebook, ringraziando tutti coloro che si sono mobilitati per lui. «Mentre scrivo queste righe sto chiudendo il moneybox di paypal, che ha raggiunto una cifra che non ci aspettavamo assolutamente. Lunedì andrò a pagare la mia multa e mi avanzeranno quasi duemila euro, che ho deciso di dare in beneficenza». Andranno alla Cineteca di Bologna, «sperando che prima o poi mi facciano proiettare qualche clippino un po’ più osé», scherza il 24enne.

E conclude: «Chiudo invitando tutti I Goliardi che conosco a fare senza timore quella ca***ta in più che non può che far bene alla società: oggi abbiamo avuto la dimostrazione che, almeno nel faceto, il bene trionfa sempre». «Si può fare se non nuoci a nessuno», aveva detto all’emittente È Tv lo studente, parlando della serata goliardica. «Sono andato in piazza con un proiettore e ho scelto un vintage anni Ottanta: Il prezzo della Gloria», ha raccontato lanciando poi anche una provocazione. «Visto che sul verbale della multa c’è scritto che proiettavo il film hard in piazza senza autorizzazione sarebbe bello sapere se si possono chiedere le autorizzazioni in Comune per fare un cineforum porno alle tre di notte».

Leggi anche: