Bari, uccide il fidanzato della sua ex dopo una lite: ferita la ragazza e il padre della vittima

L’uomo, un pregiudicato della provincia di Bari, è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario e duplice tentato omicidio. I due feriti non sono in pericolo di vita

Ha accoltellato a morte il fidanzato della sua ex e ferito la ragazza di 22 anni oltre che il padre della vittima alla fine di un litigio scoppiato questa notte a Bitetto, in provincia di Bari. Un pregiudicato barese è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario e duplice tentato omicidio. La vittima, Nicola Brescia, è un ragazzo di 26 anni del piccolo centro del Barese. La ragazza di 22 anni è stata ricoverata all’ospedale Di Venere di Bari, mentre il padre del 26enne, un uomo di 50 anni, è al San Paolo. Entrambi non sarebbero in pericolo di vita.

La lite è scoppiata per strada alle 3.30 di questa notte sotto casa del 26enne, nel centro di Bitetto. L’ex fidanzato convivente della 22enne si è presentato in piena notte davanti la casa della ragazza. Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri, l’assassino non avrebbe mai accettato la fine della relazione con la 22enne. È scoppiato un litigio con l’attuale fidanzato della ragazza, lo ha accoltellato con cinque fendenti al petto, all’addome e alla schiena. Poi si è scagliato contro la ragazza e il padre della vittima, colpendoli sul tronco. I carabinieri hanno bloccato l’uomo mentre stava tornando a casa.

Leggi anche: