No, l’Italia non è «il Paese al mondo con la più alta mortalità da Covid-19»: ecco come leggere i dati della Johns Hopkins University

di Sergio Colombo

Stamattina diverse testate hanno riportato una lettura errata dei numeri sui decessi per Coronavirus. Il nostro è lo Stato con più vittime ogni 100mila abitanti tra i 20 maggiormente colpiti dalla pandemia, non in assoluto

Questa mattina diverse testate in Italia hanno scritto che nessun Paese al mondo ha una mortalità da Coronavirus ogni 100mila abitanti più elevata dell’Italia. Tra queste la RepubblicaAdnKronosAgi, Rai NewsFanpage, che hanno citato i dati della Johns Hopkins University, secondo cui l’Italia conta 111,23 decessi ogni 100 mila abitanti (il dato attualmente riportato sul sito dell’istituto, in realtà, è 112,35, ndr). A seguire in questa classifica ci sarebbero la Spagna, il Regno Unito e gli Stati Uniti.


Uno dei tanti titoli sui dati della Johns Hopkins.
Uno degli articoli che cita erroneamente i dati in questione.

Ebbene, leggendo attentamente i dati pubblicati dall’istituto che da mesi segue l’andamento della pandemia, si vede come il triste “primato” dell’Italia sia tale solo se si prendono in considerazione i 20 Paesi più colpiti dal Covid-19, non in assoluto. La Johns Hopkins lo scrive chiaramente introducendo la tabella citata da diverse testate italiane:


For the twenty countries currently most affected by COVID-19 worldwide, the bars in the chart below show the number of deaths […] per 100,000 population (this represents a country’s general population, with both confirmed cases and healthy people)

La tabella che prende in considerazione i 20 Paesi più colpiti

Se si considerano tutti i Paesi del mondo, San Marino, Belgio e Perù, hanno livelli di mortalità ben più elevati del nostro, rispettivamente 162.79, 161.57, 115.22.

La tabella che considera tutti i Paesi

Ciò non significa, ovviamente, che i dati sull’Italia non siano preoccupanti. Tutt’altro. Guardando al rapporto tra casi confermati e decessi, il dato in Italia si attesta al 3,5%, inferiore solo a quello del Messico (9%) e dell’Iran (4,7%). Quanto invece al dato assoluto, in Italia al momento sono 67.894 i decessi confermati per Covid-19. Il nostro Paese è, sempre secondo i dati della Johns Hopkins University, il quinto al mondo, dopo Stati Uniti (311.529 vittime), Brasile (184.827), India (144.789) e Messico (116.487).

Leggi anche: