«Sì, fra’, sono io, il social media manager di Unieuro». E le lavatrici vanno sold out

Già in passato la catena di negozi di elettrodomestici aveva puntato su messaggi insoliti come questo

Quello del social media manager è un mestiere duro, ma qualcuno deve pur farlo. Quanto può spingersi oltre un’azienda per portare a casa una comunicazione efficace che si coniughi con un incremento, effettivo, delle vendite? La risposta potrebbe darla la persona che in questo momento, con il gergo giovanile di un ventenne appena uscito dal liceo, si occupa della comunicazione per Unieuro. E la strategia, adesso, sembra pagare. La catena italiana di negozi di elettronica ed elettrodomestici nelle ultime ore sta macinando popolarità a suon di like e condivisioni per un post in cui viene pubblicizzata una lavatrice. Una campagna al limite: difficile capire dove termini il genio e cominci la follia. Sembra però non sia la prima volta che compaiono messaggi insoliti di questo tipo.


Il post

«Questo è un normalissimo post che parla di questa ottima lavatrice LG scontata del 54%. Non c’è altro da vedere. Davvero, non vale la pena che clicchi su Altro….Questa la prima riga del messaggio che invita all’acquisto di una lavatrice. Fin qui, tutto bene Poi il smm decide di lasciarsi andare in un flusso di coscienza senza capo né coda. «Oh, grazie che hai premuto “altro”. Davvero. Che poi altro che “altro”. Qui c’è tutto. Sì fra, sono io, il social media manager di Unieuro». Il testo continua, per altre venti righe.

Le reazioni

Il post ha generato più di 45 mila like e quasi 10 mila condivisioni. Se pensate che il diabolico piano abbia avuto una fine dopo quel primo messaggio, be’, vi state sbagliando. L’anonimo social media manager di Unieuro è andato avanti fino a notte fonda, lasciando di tanto in tanto qualche traccia nei commenti. Anche questi senza un filo logico. «Ma poi il problema dei calzini spaiati? Cioè lo so che è un cliché trito e ritrito ma hanno chiesto un altro contenuto flusso di coscienza e quindi mi sono chiesto ma com’è possibile che ancora nessuno abbia risolto ‘sto problema?», per citarne uno. Le reazioni, di chi si è imbattute nella campagna, sono state entusiaste: «Smm di Unieuro, sposami!», ha scritto una ragazza, presa da un impeto di allegria folgorante.

Obiettivo raggiunto

Potrebbe essere una coincidenza, ma forse no, nel giro di qualche ora la lavatrice pubblicizzata dall’anonimo è andata sold out: «La notizia che non pensavo potesse mai arrivare è arrivata. Raga è successo, è successo davvero. In questo momento abbiamo finito le lavatrici. Mi sento tipo in una capsula di vita in cui il tempo viene scandito solo da un’eterna ripetizione del rigore di Grosso. E tutto questo me lo sta dando una lavatrice. Anzi. Il post su una lavatrice», ha scritto. Noi abbiamo controllato: è tutto vero.

Leggi anche: