Partecipò al raduno dei negazionisti del Covid a Roma, scatta la sorveglianza speciale per il leader di Forza Nuova

In caso di violazioni, a Giuliano Castellino potrà essere applicata una reclusione da uno a cinque anni. Per due anni non potrà partecipare ad altre manifestazioni, se non autorizzato

Ad ottobre aveva partecipato alle manifestazioni dei negazionisti del Covid. Ora, per il leader di Forza Nuova a Roma, Giuliano Castellino, è stata applicata la sorveglianza speciale. Nel raduno di ottobre, Castellino aveva contravvenuto alle norme anti Coronavirus. Così, la misura restrittiva imposta dalle autorità prevede che per due anni non possa partecipare a manifestazioni pubbliche senza «il preventivo assenso dell’autorità competente». In caso di violazioni, l’esponente all’esponente di Forza Nuova sarà «applicata la reclusione da uno a 5 anni» e sarà consentito l’arresto anche fuori flagranza.


Il provvedimento di sorveglianza speciale è stato notificato ieri. La proposta è stata avanzata subito dopo gli episodi avvenuti nel mese di ottobre a piazzale Ostiense e a piazza del Popolo nei quali Castellino si è reso protagonista della reiterata violazione delle attuali disposizioni per il contenimento della pandemia da virus “COVID-19” nonché di condotte di pubblica istigazione alla contravvenzione delle stesse.

Leggi anche: