Greta Scarano è Ilary Blasi in “Speravo de morì prima”, la serie su Totti: «Parlo alle donne con modelli forti, che vadano al di là dei cliché» – Il video

Intervista all’attrice protagonista, con Castellitto, del serial che racconta l’ultimo anno e mezzo alla Roma dell’ex capitano giallorosso

«Lei è Ilary Blasi, non Ilary Totti. Ha sempre cercato di evitare il cliché della velina che sta con il calciatore. Ammiro molto questa voglia di essere protagonista della propria storia». Esce oggi, 19 marzo, su Sky Atlantic Speravo de morì prima, la serie tv sull’ultimo anno di carriera di Francesco Totti, ex capitano dell’AS Roma e tutt’ora simbolo indiscusso della maglia giallorossa. A tracciare le basi della sceneggiatura è l’autobiografia di Totti, Un capitano, curata da Paolo Condò, e a interpretare la coppia protagonista sono Pietro Castellitto e Greta Scarano.


Speravo de morì prima', il trailer della serie tv su Francesco Totti, in  onda su Sky dal 19 marzo

Classe 1986, Scarano è un’attrice giovane ma con una solida carriera alle spalle, costellata da ruoli tutt’altro che stereotipati. «Ho sempre cercato di scegliere storie con personaggi femminili indipendenti e forti, che sapessero essere il motore della propria narrazione», racconta. «Penso che da questo punto di vista ci sia ancora molto da fare, ma siamo sulla buona strada. Per quanto mi riguarda, preferisco arrivare alle donne piuttosto che agli uomini». E anche la storia apparentemente straordinaria di una coppia come Ilary e Francesco può esser da stimolo: «Sono due persone che, come tutti, fanno i conti con il tempo che passa e che sfugge al controllo», spiega Scarano. «Che si trovano a dover affrontare insieme la fine di qualcosa di importante. E, al di là del genere, Ilary in questo può essere un’ispirazione».

Leggi anche: