Effetto Ferragni, ecco cosa è successo a Tod’s dopo che Chiara è entrata nel cda dell’azienda

Non è la prima volta che Chiara Ferragni smuove la borsa: già a novembre 2020 aveva fatto schizzare il titolo dell’azienda di abbigliamento Monnalisa del +23%

Chiara Ferragni dà una scossa (anche) al mercato finanziario. Dopo il suo ingresso nel consiglio di amministrazione di Tod’s, la società di moda controllata da Diego Della Valle, l’influencer da oltre 23 milioni di follower su Instagram ha fatto salire in borsa il titolo, che è tornato sui massimi da febbraio 2020: ieri mattina il titolo a Piazza Affari è salito dell’11,6% a 32,04 euro e, in chiusura di borsa, Tod’s era al +14%, sui massimi di giornata a 32,74 euro per azioni, in una giornata complessivamente debole per Milano (-0,60% l’indice Ftse-Mib).


Già nel 2017 Ferragni aveva contribuito come designer firmando la collezione Chiara Loves Tod’s. La società, che così ha voluto aprire alle nuove generazioni, ha dichiarato che «la conoscenza di Chiara del mondo dei giovani sarà sicuramente preziosa. Inoltre, insieme, cercheremo di costruire progetti solidali e di sostegno per chi ha più bisogno, sensibilizzando e coinvolgendo sempre di più le nuove generazioni in operazioni di questo tipo».

«Ringrazio Diego Della Valle per la fiducia e il rispetto che ha nei miei confronti come donna e manager», aveva commentato Ferragni. «Unirmi al gruppo Tod’s significa dare voce alla mia generazione con una delle eccellenze dell’Italia nel mondo». Non è la prima volta che il binomio Ferragni-moda si incrocia con Piazza Affari: lo scorso novembre 2020, l’annuncio di un accordo con l’azienda Monnalisa, quotata all’Aim, fece infiammare il titolo con un rialzo iniziale del 23%, che aumentò ancora il giorno successivo con un +39,7%.

Immagine di copertina: ANSA/Mourad Balti Touati

Leggi anche: