Igor il Russo colpisce ancora: manda in ospedale 5 agenti del carcere ferendoli con le piastrelle del bagno

Il 40enne ergastolano ha aggredito gli agenti del penitenziario spagnolo mentre tentavano di trasferirlo in un’altra struttura carceraria di massima sicurezza

Norbert Feher, noto come “Igor il russo”, torna al centro delle cronache internazionali. Il 40enne ergastolano attualmente detenuto nel carcere di Dueñas, in Spagna, ha tentato di opporsi al trasferimento nel penitenziario di massima sicurezza di Zuera a Saragozza, colpendo cinque agenti del carcere con due mattonelle del bagno della sua cella. Secondo quanto riferito dalla stampa spagnola, i cinque agenti aggrediti sono stati trasportati in ospedale e non sarebbero in gravi condizioni. Stando alle prime ricostruzioni, Feher avrebbe detto di voler «portare via» chiunque fosse entrato nella stanza. 


Dopo l’aggressione il personale del carcere è comunque riuscito a portarlo in un reparto speciale, dove la guardia civil lo attendeva per il trasferimento a Saragozza e dove domani inizierà il processo per i tre omicidi commessi in Spagna nel dicembre 2017. Feher, dopo aver commesso due omicidi in Italia, il primo a Bologna, il secondo a Ferrara, e dopo una latitanza di otto mesi, prima di essere catturato dalle autorità spagnole ha infatti ucciso due agenti della guardia civil spagnola e un allevatore, ferendo anche altre due persone. 


Leggi anche: