Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il falso virgolettato di Roberto Burioni sul vaccino anti tetano: «Non protegge dalla trasmissibilità»

Un intervento di Roberto Burioni a Che Tempo Che Fa è stato rielaborato e riportato in maniera completamente scorretta per accusarlo di aver sbagliato

Circola un falso virgolettato attribuito a Roberto Burioni, professore ordinario di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute del San Raffaele di Milano. Ospite di Fabio Fazio, durante la puntata di Che Tempo Che Fa del 25 aprile 2021, avrebbe dichiarato che il vaccino contro il tetano non proteggerebbe dalla trasmissibilità quando tale malattia non risulta essere contagiosa. Invece non lo ha detto.

Il testo – diffuso via Twitter il 25 aprile 2021, che mi è stato segnalato da un utente – risulta essere lo stesso di quello diffuso anche via Facebook con tanto di minutaggio della puntata per sostenere la genuinità del virgolettato. Tuttavia, basta visionare il video per scoprire che Burioni non ha detto nulla di strano.

Per chi ha fretta

  • Il testo attribuito a Roberto Burioni risulta essere scorretto, sia nel contenuto che nella cronologia degli interventi reali.
  • Roberto Burioni non ha mai descritto il tetano come una malattia contagiosa o trasmissibile da uomo a uomo.

Analisi

Ecco il testo pubblicato su Twitter e presente su altri social come Facebook:

Burioni da Fazio. “I vaccini Covid, oltre che dalla malattia, sembrano proteggere anche dalla trasmissibilità. Ci sono vaccini che non proteggono dalla trasmissibilità, ad esempio quello contro il tetano”. Il tetano non è contagioso.

Ecco la trascrizione fedele dell’intervento di Roberto Burioni durante la puntata del 25 aprile 2021, intorno al minuto 59:00, come segnalato sui social:

Ci sono vaccini che proteggono solo contro la malattia, come per esempio il vaccino contro il Tetano. Ci sono, invece, vaccini che proteggono anche dalla trasmissione.

In nessun caso Roberto Burioni ha affermato che il tetano sia contagioso, così come non ha mai sostenuto che il vaccino non protegga dalla trasmissibilità della malattia. Ricordiamo che lo aveva ben spiegato in un tweet del 26 novembre 2020:

Quale dei vaccini attualmente in uso non impedisce il contagio? Quello contro il tetano, perché l’uomo non è veicolo di contagio. Tutti gli altri sì.

Conclusioni

Roberto Burioni, rispondendo alle domande di Fabio Fazio sui vaccini anti-Covid 19 e la possibilità che possano essere efficaci contro la trasmissione del virus, afferma il vero quando sostiene che ci sono dei vaccini che proteggono solo contro la malattia, citando tra questi quello contro il tetano. Pur essendo corretto, per i più critici poteva evitare la strumentalizzazione suggerendo un altro esempio (come quello del vaccino contro la poliomielite o contro il rotavirus), ma va precisato senza dubbio che in nessun caso il virgolettato riportato sui social corrisponde alla realtà e in nessun caso Roberto Burioni ha affermato che il tetano sia trasmissibile da uomo a uomo.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: