Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Vaccini, da oggi l’Italia apre le prenotazioni ai 40enni. Ma mezzo milione di over 80 aspetta ancora la prima dose

In molte Regioni non è ancora stato completato il ciclo vaccinale per una buona parte delle categorie più anziane. In Calabria e Sicilia solo il 60% e il 53,9% degli over 80 ha ricevuto entrambe le dosi

La scorsa settimana è stato il Commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo, in una comunicazione inviata alle amministrazioni locali a dare il via libera all’apertura delle somministrazioni anche per i nati fino al 1981, e quindi a tutti gli over 40. Tuttavia, in molte regioni, non è ancora stato completato il ciclo vaccinale per le categorie prioritarie e quelle più fragili. «Il 9,1% degli over 80 non aver ha ancora ricevuto nemmeno la prima dose, la percentuale sale al 23,1% della fascia 70-79 e al 42,4% per quella 60-69 anni», ha fatto notare ieri all’Ansa il presidente di Gimbe, Nino Cartabellotta.


Le differenze risultano particolarmente marcate a livello regionale. Il 14 maggio il Veneto ha annunciato l’apertura delle vaccinazioni contro il Coronavirus per la fascia 40-49 anni, aggiungendo che una volta terminati gli over 40, ci sarà un “liberi tutti” sulle somministrazioni per vaccinare senza target d’età. In Veneto – secondo gli ultimi dati del governo – più dell’80% degli over 80 ha ricevuto entrambi le dosi. Numeri più alti in Emilia Romagna dove l’87.6% della popolazione over 80 ha completato il ciclo vaccinale. Ma così non è così in tutte le Regioni. Sono tante quelle che hanno aperto le somministrazioni agli over 40 pur non avendo coperto sufficientemente le categorie prioritarie.


Le regioni in cui i più fragili sono meno vaccinati

La Sicilia dopo aver aperto agli over 50, da oggi vaccinerà anche i quarantenni. Tuttavia, la Regione è tra le peggiori in termini di copertura degli anziani. Solo il 69% ha ricevuto la prima dose, e appena il 53.9% ha completato l’intero ciclo vaccinale. Una situazione simile a quella calabrese dove solo il 60% delle persone con più di 80 anni ha ricevuto entrambe le dosi. La Campania ha aperto le vaccinazioni agli over 40 (fascia 45-49 anni) già la scorsa settimana. E da martedì 18 maggio potranno accedere alle vaccinazioni anche chi ha tra i 40 e i 44 anni. Ma sono solo 67.8% le persone over 80 ad aver completato il ciclo vaccinale.

«Lunedì verrà aperta la piattaforma per la prenotazione dei vaccini anche agli over 40», ha annunciato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio la scorsa settimana, nonostante la Regione sia tra le ultime in Italia per vaccinazione delle fasce più anziane. Solo il 65.4% degli over 80 ha ricevuto entrambi le dosi.

Complessivamente, più di mezzo milione di persone sopra gli 80 anni è in attesa di ricevere la prima dose. «Ecco perché – ha commentato ieri Cartabellotta – pur di fronte al netto miglioramento in atto non conoscendo ancora chiaro il reale impatto dell’Italia tutta gialla sulla curva epidemiologica è fondamentale rispettare la gradualità nelle riaperture, senza imprudenti salti in avanti. Gradualità che, insieme al completamento della copertura vaccinale negli over 60 e al rigoroso rispetto delle misure individuali, rappresenta la chiave di volta per affrontare questa fase della pandemia».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: