Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Strage di Mottarone, Eitan si è svegliato dal coma farmacologico: «Chiede dei suoi genitori»

La prognosi resta ancora riservata: «Il torace è ancora contuso e la situazione addominale non permette ancora di rialimentarlo»

A renderlo noto sono stati i medici dall’ospedale Regina Margherita di Torino. Eitan, il bambino sopravvissuto alla strage del Mottarone, si è svegliato: «Chiede dei suoi genitori ma la zia gli resta sempre vicino». Al momento le sue condizioni sono stabili, anche se la prognosi resta ancora riservata: «Il torace è ancora contuso e la situazione addominale non permette ancora di rialimentarlo. Per questa ragione il bimbo rimane in Rianimazione ancora qualche giorno». Al momento al bambino non è ancora detto cosa è successo. Nella strage sono morti in tutto cinque dei suoi parenti più stretti: il padre e la madre, il fratello e i due bisnonni. Gli psicologi che seguono il caso hanno spiegato che prima di metterlo a conoscenza di tutto ci sarà bisogno di un lungo percorso.


Leggi anche: