Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Monitoraggio Iss, scende ancora l’incidenza dei contagi. Calano ancora le terapie intensive, tutte le regioni sotto la soglia di rischio

Nell’ultima settimana si è fermato il calo dell’indice Rt nazionale, che dallo scorso mese ha comunque meno peso nel determinare le zone di rischio per le Regioni

Prosegue la discesa del valore medio nazionale per l’incidenza dei casi di Coronavirus ogni 100 mila abitanti. Secondo l’ultimo monitoraggio dell’Iss, il dato in Italia è passato dai 32 della scorsa settimana a 26. Registra invece una frenata il valore dell’indice Rt nazionale, dopo diverse settimane di calo. Rispetto a sette giorni fa, il tasso di contagiosità è rimasto a 0,68. Stando alla bozza del consueto monitoraggio settimanale, tutte le Regioni e le provincie autonome sono state classificate a rischio basso a eccezione della Sardegna, che rimane ancora a rischio moderato. Il tasso dei posti in terapia intensiva a livello nazionale è in decrescita all’8 per cento, al di sotto della soglia critica, passando dai 1.033 del 31 maggio ai ai 688 dell’08/ giugno. Anche il numero di pazienti ricoverati nelle aree mediche cala da 6.482, in data 31 maggio ai 4.685 dell’8 giugno. La pubblicazione ufficiale del documento è comunque atteso nelle prossime ore, dopo l’esame della cabina di regia.


Leggi anche: