Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Paura in spiaggia a Capri. Un bus precipita fuori strada per diversi metri: morto l’autista, almeno tre feriti gravi – Foto e video

Sono una ventina in tutto le persone trasportate in ospedale. Sul posto i carabinieri e i vigili del fuoco. Le immagini dell’incidente

Un minibus con a bordo una ventina di persone è uscito di strada a Capri, nella zona della spiaggia libera di Marina Grande. Una persona ha perso la vita nell’incidente: è il conducente Emanuele Melillo, 33 anni, che viveva a Napoli e ogni giorno faceva il pendolare per andare a lavorare sull’isola azzurra dove era impiegato all’Atc, l’azienda trasporti caprese, da diversi anni. Secondo le prime informazioni, sono almeno 19 feriti, giunti in triage nell’ospedale Capilupi: tre di loro sono in gravi condizioni. Sul posto vigili del fuoco e carabinieri, mentre la Asl ha inviato da Napoli un elicottero con supporto medico e infermieristico. Il pulmino sarebbe precipitato per una decina metri, rompendo la barriera di protezione della strada. Il mezzo, impegnato nel servizio di trasporto pubblico sull’isola, è rimasto incastrato tra la scogliera e una struttura metallica, su un tratto di spiaggia libera, nei pressi del porto commerciale, non lontano da uno stabilimento balneare.


Incidente bus a Capri
L’autobus a Capri precipitato fuori strada

«Ci siamo gettati in acqua, abbiamo temuto fosse crollato un palazzo», raccontano i bagnanti ancora sotto choc. Molta paura ma nessun ferito tra coloro che si trovavano sull’arenile, alcuni dei quali raccontano di essere intervenuti per soccorrere i feriti in attesa dell’arrivo delle ambulanze. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, la sterzata improvvisa dell’autista, che ha determinato il grave incidente, potrebbe essere riconducibile a un malore. Si tratta però al momento di una mera ipotesi, sulla quale gli investigatori stanno indagando senza trascurare nessun’altra pista. La causa del decesso di Melillo dovrà essere accertata dall’esame autoptico.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: