Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Arriva il primo trailer di Matrix 4. Il nuovo capitolo della saga sarà nei cinema a gennaio – Il video

Il tempo è passato. Le avventure della prima trilogia anche. Riuscirà questo sequel a non rovinare la trilogia originale?

«Dopo tanti anni tornare dove tutto è iniziato?». L’ultimo film della saga di Matrix era uscito nel 2003. Si chiamava Revolutions ed era il capitolo finale di una trilogia diretta dalle sorelle Wachowski che ha segnato la storia della fantascienza e della cultura pop. Dopo 19 anni e dopo un finale che sembrava chiudere le porta della saga, ora Matrix tornerà sugli schermi. Il 1 gennaio 2022 uscirà al cinema Matrix Resurrection, il quarto capitolo della saga. Dopo qualche spoiler e qualche immagine di scena, ora è uscito anche il primo trailer in italiano. Questa volta dietro la telecamera ci sarà solo Lana Wachowski, la sorella Lilly ha lasciato il progetto ad agosto. Una scelta legata a ragioni personali che aveva spiegata attraverso una nota. Entrambe le sorelle infatti dopo la prima trilogia hanno affrontato una transizione di genere e Lily ha deciso di non rivivere un percorso artistico legato a un’altra identità.


Partecipare a questo progetto era quasi ripercorrere vecchie strade, mi sembrava emotivamente poco appagante, anzi proprio l’opposto. Come se tornassi a vivere come prima. Non volevo.


Oltre a Lana Wachowski, della trilogia originale resta anche Keanu Reeves, l’attore che proprio al personaggio di Neo deve l’esordio della sua carriera. Dalle prime immagini diffuse dal trailer, sembra che Matrix Resurrection parta dalla fine della prima trilogia della serie. Vediamo un Neo molto più vecchio dell’ultimo comparso nella trilogia, che sembra non ricordarsi tutti gli eventi vissuti nei primi film. Dopo la presentazione, quello che si vede è una lunga serie di scene d’azione diverse. Di solito i fan delle saghe di fantascienza sono molto gelosi delle trilogie originali. Riusciranno a digerire questo sequel?

Continua a leggere su Open

Leggi anche: