Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Tromba d’aria su Pantelleria: 2 vittime e almeno 4 feriti gravi. «Morti intrappolati nelle auto» – Video e Foto

Anche i feriti sono stati coinvolti in incidenti stradali provocati dalla furia della tromba d’aria. Tra questi anche un medico che era in auto con la moglie

«Quella che si è presentata ai nostri occhi è stata una scena apocalittica». Così i soccorritori del 118 giunti sull’isola di Pantelleria hanno descritto lo scenario lasciato dalla tromba d’aria che si è abbattuta sulla località siciliana intorno alle 19:30 di oggi, 10 settembre. Il bilancio è pesante: due morti – si tratta di due isolani, Giovanni Errera, 47 anni, vigile del fuoco in servizio sull’isola, e Francesco Valenza, 86 anni, pensionato – e 9 feriti, di cui 4 in condizioni gravi. Nelle ore precedenti all’accaduto, l’isola era stata investita da un’ondata di maltempo che nelle scorse ore aveva già provocato disagi alla popolazione. Il tornado ha investito anche abitazioni e mezzi di trasporto in strada, distruggendo almeno 10 vetture. A confermare i decessi è stato lo stesso sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo, che al momento segue e coordina le operazioni di ricerca e soccorso.


Vittime trovate con la cintura addosso

FACEBOOK/PROTEZIONE CIVILE SICILIA | Auto ribaltate dalla tromba d’aria

Sull’isola, infatti, sono arrivati i primi uomini del 118 a bordo di un elisoccorso, oltre a quelli del dipartimento della Protezione Civile. Le vittime, che si trovavano a bordo delle loro auto, stavano percorrendo la strada che porta al lago di Venere. Sono stati trovati ancora con la cintura addosso, intrappolati. Anche i feriti sono stati coinvolti in incidenti stradali provocati dalla furia della tromba d’aria. Tra questi anche un medico che era in auto con la moglie: ha perso il controllo della vettura. «Casa mia è stata sventrata, il tetto e le porte non ci sono più», questa invece la testimonianza all’Ansa di Mario Valenza, che abitava in contrada Campobello a Pantelleria. In pochi minuti ha perso tutto. «Io non ero a casa in quel momento – ha raccontato – dentro c’era solo Assian, il mio pastore maremmano. Lui si è salvato perché, per la paura, si è nascosto sotto il letto, scampando così alla furia del vento e dell’acqua».


Proclamato lutto cittadino

FACEBOOK/PROTEZIONE CIVILE SICILIA | La situazione a Pantelleria

Per domani è stato proclamato il lutto cittadino a Pantelleria. Intanto è iniziata la conta dei danni. «La tromba d’aria si è formata in mare e ha percorso la terraferma per alcune centinaia di metri. Per fortuna non ha raggiunto l’aeroporto che si trova non molto distante. Sono fenomeni imprevedibili che hanno origine quando il mare è molto caldo. Ce n’è stata un’altra nel 2018», ha spiegato Salvatore Cocina, dirigente regionale della Protezione civile, che sta coordinando i soccorsi a Pantelleria. «Prego Iddio che il bilancio non si aggravi e sono vicino alle famiglie così improvvisamente colpite negli affetti più cari», ha dichiarato il presidente della Regione, Nello Musumeci.

Morto un vigile del fuoco

FACEBOOK/PROTEZIONE CIVILE SICILIA | Macchine ribaltate e distrutte dalla tromba d’aria

«Nella tromba d’aria che ha colpito oggi Pantelleria, due persone sono morte e diverse sono rimaste ferite. I vigili del fuoco stanno inviando un gruppo USAR per il soccorso in scenari catastrofici, che raggiungerà l’isola colpita dall’aeroporto di Trapani Birgi con il supporto dell’Aeronautica. Purtroppo anche un vigile del fuoco fuori servizio ha perso la vita nell’evento, davvero violento. Siamo vicini ai suoi cari e a quelli dei feriti», queste infine le parole del sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia.

Le foto della tromba d’aria

FACEBOOK/PROTEZIONE CIVILE SICILIA | Alberi sradicati dalla furia della tromba d’aria
FACEBOOK/PROTEZIONE CIVILE SICILIA | I danni causati dal maltempo

Foto in copertina: TWITTER/VIGILI DEL FUOCO

Leggi anche: