Torino, Alessandro Meluzzi sospeso dall’Ordine dei Medici: non si è vaccinato contro il Covid

Lo psichiatra e volto televisivo, noto per le sue posizioni No-vax, è stato sospeso per «inosservanza dell’obbligo vaccinale»

Alessandro Meluzzi, criminologo, psichiatra, psicoterapeuta e volto dei salotti televisivi, noto ai più per le sue teorie complottiste e per le sue posizioni No-Vax, è stato sospeso dall’Ordine dei medici di Torino perché non si è vaccinato contro il Covid. Di conseguenza, essendo stato sospeso per «inosservanza dell’obbligo vaccinale», lo psichiatra non potrà aver contatti con i propri pazienti fino al 31 dicembre. Meluzzi, commentando la decisione dell’Ordine dei medici, ha però rivendicato la scelta di non sottoporsi a vaccinoprofilassi. «Ho fatto una scelta consapevole: quella di non vaccinarmi. Credo che l’Ordine, a cui sono iscritto da 41anni, abbia fatto quello che doveva fare sulla base delle normative vigenti. D’altra parte – aggiunge – sono cresciuto nella cultura di Socrate, le leggi della polis si rispettano qualsiasi cosa se ne pensi, quindi va bene così». Le posizioni di Meluzzi contro i vaccini sono note da tempo. Secondo lui «si tratta di un siero genetico sperimentale di cui non conosciamo gli effetti». Ma nei suoi discorsi non manca una buona dose di complottismo. Secondo Meluzzi, infatti, «la pandemia è un pretesto per imporre il nuovo ordine mondiale».

Foto in copertina: Agenzia Dire

Leggi anche: