Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Minacce a Sala, indagati due No vax: sono un sottufficiale della Marina e un operaio

Sono incensurati. Hanno ammesso di essere gli autori dei messaggi. Rafforzata la tutela personale del sindaco, che non vuole la scorta

Sono due No vax gli indagati per le minacce al sindaco di Milano Beppe Sala: un uomo di 51 anni della provincia di Cagliari e un cinquantenne del vercellese. Ieri la Digos ha effettuato due perquisizioni sotto il coordinamento del pool dell’antiterrorismo milanese guidato da Alberto Nobili. Sergio C., di Crescentino nel Vercellese e Francesco S., di Teulada nel Cagliaritano, sono stati indagati per minacce gravi e aggravate in quanto rivolte a un pubblico ufficiale. Avevano pubblicato le loro minacce rivolte al primo cittadino milanese su Telegram, nella chat “Basta dittatura! Proteste”. Gruppo che era stato chiuso a settembre dall’autorità giudiziaria torinese ma che era stato recentemente riattivato. Sala era nel mirino dei no vax a causa delle sue parole sulle manifestazioni no green pass degli ultimi tempi.


I due sono incensurati e sono un operaio e un sottufficiale della Marina nel Cagliaritano ora non in servizio perché No Vax. Di fronte alle perquisizioni hanno ammesso di essere gli autori dei messaggi «gravi, minacciosi e intimidatori». «Quindi è giusto anche prendere a calci», scriveva il sottufficiale della Marina. «E’ da tempo che dico basta girotondi per le città ma di andare sotto le case di questi e farli tremare il terreno dove camminano», faceva eco l’altro. Anche il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza convocato dal prefetto Renato Saccone ieri aveva sul tavolo il tema delle minacce al sindaco. E’ stata quindi ufficializzata la prima misura di tutela personale nei confronti di Sala: la “Vigilanza generica radiocollegata”, ovvero passaggi di pattuglie davanti all’abitazione del primo cittadino milanese e un monitoraggio agli eventi a cui prenderà parte. Sala ha già detto di non volere la scorta.


In copertina ANSA/Mourad Balti Touati | Il Sindaco Beppe Sala alla cerimonia di intitolazione dell’Istituto Comprensivo Maffucci al regista Ermanno Olmi in viale Luigi Bodio a Milano, 7 maggio 2021.

Leggi anche: