Dart: la missione della Nasa con il Falcon 9 per deviare un asteroide è partita – Il video

Il conto alla rovescia dalla base di Vandenberg in California. L’obiettivo è schiantarsi contro Didymos. Il razzo Falcon 9 lo raggiungerà tra un anno

Alle 7,21 di stamattina (ora italiana) è partita Dart, la prima missione per tentare di deviare un asteroide. Il conto alla rovescia, come ha documentato la Nasa su Twitter, è partito dalla base di Vandenberg in California a bordo di un razzo Falcon 9 di Space X di Elon Musk. La missione adesso inizierà il suo lungo viaggio di oltre 10 milioni di chilometri, in 11 mesi, per colpire e deviare la traiettoria di un asteroide lunare. L’obiettivo di Dart è quello di schiantarsi contro Didymos per verificare se l’impatto può alternarne tragitto e velocità. L’asteroide non rappresenta una minaccia per il nostro pianeta, ma la missione di Dart, la prima della storia spaziale, servirà come test per capire se, in caso di un asteroide realmente pericoloso per la Terra, questa potrebbe essere una strategia vincente. La missione impiegherà quasi un anno a raggiungere l’asteroide e Dart lo colpirà al massimo della sua velocità, ovvero a 21mila chilometri orari. Quello di Dart, acronimo di Double Asteroid Redirection Test, sarà un banco di prova per valutare la capacità di deviare un asteroide potenzialmente pericoloso. A bordo c’è anche l’Italia con LiciaCube, un microsatellite ‘fotoreporter’ che dovrà filmare l’impatto per valutarne la riuscita.


Leggi anche: