Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Omicron, all’ospedale Bambino Gesù la prima foto al mondo dell’ultima variante Covid

Il Coronavirus è ulteriormente mutato per meglio adattarsi alla specie umana. «Ulteriori studi – commentano i ricercatori – ci diranno se questo adattamento è neutro, meno pericoloso, o più pericoloso»

È stata scattata dall’ospedale Bambino Gesù di Roma la prima foto al mondo della variante Covid Omicron. L’immagine mostra la struttura della proteina spike di Omicron a destra, e della variante Delta a sinistra, rispetto alla spike originale di Sars CoV-2. Dalla foto è possibile osservare a che l’ultima variante Covid ha molte più mutazioni della Delta, che già di per sé ne aveva tante. Queste mutazioni sono inoltre concentrate in una zona che interagisce con le cellule umane. Come è possibile osservare dalla mappa, i pallini rossi indicano le aree ad altissima variabilità, quelli arancioni ad alta variabilità, quelli gialli a media variabilità, quelli verdi a bassa e infine quelli celesti a scarsa variabilità. L’area grigia è invece quella che non varia. Da questo non bisogna dedurre necessariamente che le variazioni in questione siano più pericolose, ma è possibile affermare con certezza che il Coronavirus è ulteriormente mutato per meglio adattarsi alla specie umana, generando quindi una nuova variante. La foto è stata realizzata nell’area di ricerca di Medicina multimodale del Bambino Gesù, coordinata dal professor Carlo Federico Perno, con la diretta supervisione della professoressa Claudia Alteri, in collaborazione con l’Università statale di Milano. «Ulteriori studi – commentano i ricercatori – ci diranno se questo adattamento è neutro, meno pericoloso, o più pericoloso».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: