Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Pistoia, intera famiglia di Testimoni di Geova sterminata dal Covid. Non erano vaccinati

Padre, madre e figlia hanno perso la vita nel giro di quattro giorni. Il sindaco della città lancia un appello: «Vaccinatevi e portate la mascherina»

Un’intera famiglia No vax del pistoiese è stata annientata dal Covid. Nel giro di quattro giorni hanno perso la vita padre, madre (entrambi Testimoni di Geova) e figlia, tutti e tre non vaccinati. La notizia è stata riportata da Adnkronos. La prima vittima del virus è stato Guido Martinelli, 86 anni, che era ricoverato all’ospedale Santo Stefano di Prato. È deceduto venerdì scorso. Un’ora dopo se n’è andata la figlia Roberta, di 53 anni e madre di due figli, ricoverata all’ospedale di Ponte a Niccheri a Firenze. Ieri, invece, ha perso la vita la madre di Roberta, Vittoria Spadi, di 80 anni, ricoverata a Prato insieme al marito. La famiglia, residente nel comune di San Marcello Piteglio, era conosciuta per aver lavorato a lungo nel campo della ristorazione: Guido era un cuoco noto sulla montagna del pistoiese, mentre la figlia Roberta lavorava in un ristorante all’Abetone. Il sindaco di San Marcello Piteglio, Luca Marmo, ha espresso solidarietà alla famiglia: «Gli sono vicino in un momento così difficile, tutta la comunità si stringe attorno a loro – ha detto a La Nazione – Voglio esprimere il dolore di noi tutti affinché si sentano meno soli in un momento così duro da affrontare». Il sindaco ha poi colto l’occasione per lanciare un appello a tutta la comunità, che in questo momento sta sperimentando un’impennata dei casi Covid: «Dobbiamo vaccinarci, portare la mascherina, rispettare il distanziamento, lavarci e disinfettarci le mani spesso, utilizzare i presidi che ormai conosciamo fin troppo bene. È necessario per chiudere i conti con questa pandemia».


La Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova, a seguito della diffusione della notizia, ha diffuso la seguente nota: «Vogliamo chiarire che i Testimoni di Geova non sono contrari ai vaccini. La nostra posizione in tema di vaccini è espressa con chiarezza sul nostro sito ufficiale». Nello specifico, «I Testimoni di Geova attribuiscono grande valore alla loro salute e al benessere della comunità. Per questo motivo, sul nostro sito ufficiale sono state pubblicate informazioni in centinaia di lingue che incoraggiano i lettori di tutto il mondo a rispettare le norme e i protocolli sanitari decisi dalle autorità locali per contrastare la pandemia». Nella stessa nota, la Congregazione tiene a precisare che gli unici Testimoni erano i genitori, al contrario della figlia.


Nota: L’articolo è stato aggiornato a seguito della nota diffusa dalla Congregazione in merito alla famiglia deceduta.

Leggi anche: