Milano, il racconto della 19enne aggredita in piazza Duomo a Capodanno: «Urlavo ma non mi lasciavano andare»

L’hanno accerchiata in 30. L’allontanamento dal gruppo di amici per raggiungere la toilette le è stato fatale. «Credevo volessero derubarmi e gli ho dato la borsa. Ma non è servito»

Voleva festeggiare il nuovo anno in arrivo e invece, la notte del 31 dicembre, a soli 19 anni si è ritrovata con il maglione strappato, piena di lacrime e terrorizzata da momenti che difficilmente riuscirà a dimenticare. Il racconto della giovane aggredita durante la notte di San Silvestro in Piazza Duomo da un gruppo di 30 ragazzi ora fornisce ulteriori dettagli sulla molestia subìta. A diffondere le immagini dell’accerchiamento la pagina social Milanobelladadio: 50 secondi in cui la giovane rimane intrappolata in un groviglio di braccia e di mani che non la lasciano. «All’inizio sembrava scherzassero», spiega, «ma poi qualcuno mi ha strattonato con forza. Si sono fatti violenti. Ho pensato volessero rapinarmi e gli ho dato la borsa ma non mi lasciavano. A quel punto mi sono spaventata e ho cominciato ad urlare». Di lì a poco gli agenti in tenuta antisommossa la strapperanno da quella trappola umana. Studentessa fuori sede, era scesa in piazza per festeggiare con un gruppo di amici. Ma l’essersi allontanata con un’amica per andare alla toilette le è stato fatale. Circondate dal numeroso gruppo di giovani, una delle due ragazze è riuscita subito a uscire grazie all’intervento di un amico che si è fatto largo nel muro di corpi. La 19 enne è invece rimasta in trappola.


Le indagini

Sulle aggressioni la Procura di Milano ha cominciato a indagare. Il fascicolo aperto è per violenza sessuale di gruppo. L’obiettivo è passare al setaccio tutti filmati delle telecamere per identificare gli assalitori. Secondo le prime ricostruzioni il gruppo era formato da una trentina di ragazzini, di cui di origine straniera e assidui frequentatori della Loggia dei Mercanti, luogo di Milano poco distanze dal Duomo, teatro negli ultimi mesi di scene di violenza e risse con sedie e bottiglie volanti. La 19enne nel frattempo sarà ascoltata di nuovo dal pool “fasce deboli” coordinato dall’aggiunto Letizia Mannella.


Le altre denunce arrivate

Le indagini degli inquirenti nelle ultime ore si sono rivolte anche ad altri episodi di presunta violenza segnalati in piazza Duomo sempre in quella stessa notte di Capodanno. Due le denunce su cui ci si starebbe concentrando, oltre a quella del video diffuso poche ore fa dal sito AlaNews.it che ha mostrato un ulteriore accerchiamento di due ragazze straniere accanto alle transenne della piazza centrale della città. Nelle immagini, a tratti sfocate, si vedono le ragazze mentre vengono intrappolate da un gruppo di giovani. In lacrime e schiacciate contro le transenne riescono a liberarsi dopo svariati minuti per poi correre dagli agenti delle forze dell’ordine presenti sul posto.

Leggi anche: