Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«La sua certificazione verde risulta essere clonata»: la nuova truffa sul Green pass arriva via sms

Il mittente è “Min Salute”. Nel messaggio viene chiesto di comunicare i dati personali. La Polizia: «Non cliccate su quel link»

C’è una regola chiara quando si costruisce una truffa che segue lo schema del phishing: il messaggio che arriva agli utenti deve essere il più interessante possibile. La Polizia di Stato ha segnalato che nelle ultime settimane sta circolando un sms che sembra inviato dal Ministero della Salute. Il mittente infatti è Min Salute e il testo riguarda il Green pass: «La sua certificazione verde Covid-19 risulta essere clonata, per evitare il blocco è richiesta la verifica dell’identità». A questo punto il messaggio rimanda a un link in cui inserire dati personali, dati che però vengono immediatamente clonati, come spiega la Polizia di Stato: «Non cliccate sul link. I dati personali che inserite vengono rubati». Solo due settimane fa il Ministero della Salute aveva lanciato un altro allarme. In quel caso la truffa arrivava via mail, da un indirizzo che si poteva confondere con quello ufficiale del ministero. L’oggetto della mail era: «Attenzione: certificazione verde anti-Covid sospesa». All’interno, un messaggio in cui si spiegava all’utente che «La certificazione verde Covid-19 è stata sospesa per uso sospetto». La strategia della mail era la stessa utilizzata negli sms falsi: dopo l’avviso veniva lasciato agli utenti un link per inserire i dati personali. Anche in questo caso però i dati venivano subito rubati dagli organizzatori della truffa.


Leggi anche: