Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Zelensky: «Soli a difenderci, gli altri stanno a guardare e il nemico vuole uccidermi» – Il video

Il presidente dell’Ucraina ha chiesto provvedimenti all’Occidente: «Si devono adottare immediatamente forti sanzioni economiche e finanziarie contro l’aggressore per privarlo dei mezzi per continuare l’attacco»

In un intervento video pubblicato sul suo sito internet il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha dichiarato che il suo paese è stato «lasciato solo» a combattere la Russia dopo che il Cremlino ha lanciato un’invasione su larga scala. «Siamo stati lasciati soli a difendere il nostro Stato. Chi è pronto a combattere al nostro fianco? Non vedo nessuno». Zelensky ha anche dichiarato che nel primo giorno di guerra sono morti 137 cittadini ucraini, «137 eroi». E ha chiesto provvedimenti all’Occidente: «Si devono adottare immediatamente forti sanzioni economiche e finanziarie contro l’aggressore per privarlo dei mezzi per continuare l’attacco». Zelensky ha aggiunto che gruppi di sabotatori russi sono entrati a Kiev, con l’obiettivo principale di «distruggere l’Ucraina politicamente, distruggendo il capo dello stato. Secondo le nostre informazioni il nemico ha me come obiettivo numero uno, la mia famiglia come secondo obiettivo». Ma ha anche detto che rimane «nella sede del governo insieme agli altri». Il presidente ha denunciato che questa notte bombardamenti hanno raggiunto aree abitate della capitale Kiev: «La Russia è stata convinta dalle sanzioni di ieri?», ha chiesto ironicamente. «Sentiamo nel cielo e vediamo qui sul terreno che questo non è stato abbastanza».


Video da: The Insider


Leggi anche: