Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Impossibile prelevare al bancomat ucraino in lingua russa, Anonymous rivendica l’attacco. Ma la banca li gela – Il video

Un account legato ad Anonymous ha pubblicato un video dove viene rivendicato un attacco ai bancomat ucraini. L’attacco però non è mai avvenuto: nelle immagini viene mostrata una funzionalità della banca introdotta il 1° marzo

Mentre vi scriviamo il tweet non è ancora stato cancellato. Il collettivo hacker Anonymous non ha una serie di account ufficiali. È una maschera, i maligni dicono un brand, che può essere indossata da chiunque. Come abbiamo visto in questi giorni esistono però account più influenti di altri. Il più importante @YourAnonNews che su Twitter è arrivato a sfiorare gli 8 milioni di follower. È qui che sono stati diffusi tutti gli attacchi messi a segno nella #OpRussia, la campagna che il collettivo ha lanciato contro chiunque abbia sostenuto l’invasione dell’Ucraina. L’ultimo pubblicato poteva essere uno di quelli più spettacolari di sempre. Il video pubblicato su @YourAnonNews mostra un bancomat ucraino, si vede un cliente avvicinarsi e scegliere come lingua per le operazioni il russo. La schermata a questo punto si blocca, appare la bandiera dell’Ucraina e il cliente può solo ritirare la tessera.


La didascalia sopra le immagini è chiara: «Ukrainian ATM HACKED – If you select Russian as the language, this is the message displayed». Il bancomat appartiene a PrivatBank, la più importante banca ucraina. L’obiettivo dell’attacco quindi sembrava essere la popolazione russofona e gli invasori russi. Nei commenti però qualcuno ha sollevato dei dubbi: «Questo non è un attacco hacker ma una funzionalità della banca». Una versione confermata su Twitter dallo stesso istituto di credito, sempre nei commenti sotto il post di Anonymous. La funzionalità è attiva già dal 1° marzo, come testimoniato da un comunicato della banca pubblicato del quotidiano ucraino Pravda. Qui tra l’altro si spiegava anche che la banca aveva introdotto in tutti gli sportelli la possibilità di inviare direttamente dal terminale una donazione alle forze armate.


TWITTER | La risposta di PrivatBank

Leggi anche: