Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Ucraina, paura al corteo pacifico di Slavutyč: i russi disperdono la folla con spari e granate – I video

Decine di ucraini erano scesi in piazza per protestare contro l’invasione russa nella cittadina vicino Karkhiv, quando l’esercito russo ha iniziato a esplodere raffiche di mitra in aria per spaventare i manifestanti

I militari russi stanno provando a disperdere una manifestazione nella città ucraina di Slavutyč a suon di colpi di pistola e granate: la denuncia arriva comandante dell’operazione delle forze congiunte di Kiev, Oleksandr Pavlyuk, secondo cui il capo della città Yuriy Fomichev sarebbe stato rapito dai militari e l’ospedale locale sarebbe stato occupato. Alcuni testimoni però hanno successivamente comunicato il rilascio del sindaco di Slavutyč, che avrebbe già preso la parola per rivolgersi ai manifestanti. Le truppe del Cremlino, riporta l’Independent, hanno preso il controllo della città, che si trova nel nord della regione, a pochi chilometri da Chernobyl.


Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev | L’inizio della manifestazione a Slavutyč

I video che circolano sui canali Telegram e Twitter dell’agenzia Nexta raffigurano fiumi di persone che sventolano la bandiera ucraina, e i cori che intonano vengono accompagnati dal suono degli spari. Si tratta dell’ennesima manifestazione pro-Ucraina soggetta alla durissima repressione dell’esercito russo: pochi giorni fa, nel capoluogo ucraino Cherson i militari russi avevano sparato sui manifestanti, e la medesima reazione si era verificata nel corso di una protesta contro l’occupazione nella città di Nova Kakhovka, a sud del Paese. Le piazze russe di Mosca e San Pietroburgo che a due settimane dall’inizio dell’invasione hanno sfidato Putin per manifestare il loro dissenso alla guerra hanno portato a 4.300 arresti in 56 città.

Leggi anche: