Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Ucraina, catturata la cecchina con 40 uccisioni alle spalle. Combatteva con i separatisti di Donetsk

Avrebbe detto che i suoi compagni l’avevano abbandonata da ferita pensando che sarebbe morta

Danijela Lazović, anche conosciuta come Irina Starikova o Bagira, è la cecchina di origini serbe con alle spalle 40 omicidi di ucraini, molti dei quali civili. Starikova, che ha prestato servizio per le forze separatiste di Donetsk che dal 2014 combattono contro il governo di Kiev con l’aiuto della Russia, era stata data per morta dai suoi compagni russi. In Russia, riporta City A.M, aveva ricevuto elogi dopo essere diventata uno dei migliori cecchini e divenne celebre con il nome di “Bagira”, la pantera nera del film “Il libro della giungla”. Secondo quanto riferisce il Daily Mail, la cecchina avrebbe detto che i suoi compagni l’avevano abbandonata da ferita pensando che sarebbe morta. Le forze armate ucraine hanno annunciato di averla catturata e hanno diffuso le sue immagini. Secondo il funzionario dell’esercito ucraino Vlad Ivanov, il prigioniero riceve l’assistenza medica necessaria.


Ansa | Starikova a sinistra a Donetsk nel 2014

Leggi anche: