Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Firenze, il fermo violento dell’ambulante senegalese e la replica del municipio: «Vigili aggrediti» – Il video

Pape Demba Wagne, ha 25 anni e si trova in Toscana dal 2017. Alcuni avventori hanno girato un video contestando le modalità

Martedì 5 aprile un ambulante di cittadinanza senegalese è stato fermato da due agenti del reparto antidegrado della polizia municipale sul Lungarno Acciaiuoli di fronte al Ponte Vecchio a Firenze. Si chiama Pape Demba Wagne, ha 25 anni e si trova in Toscana dal 2017. Alcuni avventori hanno girato un video contestando le modalità dell’arresto. Il filmato dura due minuti e comincia quando lui è già a terra. L’uomo si dimena, grida, mentre uno dei due agenti gli tiene stretto un braccio attorno al collo. Il secondo agente lo blocca sedendosi su di lui. Secondo gli autori delle riprese il venditore ambulante ha anche sputato sangue durante il parapiglia. Hanno presentato un esposto in procura. Il governo del Senegal, racconta oggi Repubblica, ha accusato i due agenti di «trattamento razzista e inumano». L’ambasciatore senegalese a Roma, Papa Abdoulaye Seck, è arrivato a Firenze per chiedere spiegazioni a sindaco e prefetto. «Avvieremo oggi stesso una verifica interna alla polizia municipale – ha detto Dario Nardella – Se ci saranno dei responsabili saranno sanzionati disciplinarmente». Il sindaco dice di confidare nella correttezza dell’operato della municipale. E aggiunge: «Respingiamo fermamente l’accusa secondo cui gli agenti avrebbero agito per razzismo». Il municipio ha fatto sapere che prima del video i vigili erano stati colpiti. «Il video è parziale, mostra la parte finale di un intervento più complesso – ha detto l’assessora Benedetta Albanese – Gli agenti intervenuti hanno risposto a un’aggressione, dalla quale sono usciti con 3 e 5 giorni di prognosi».


Leggi anche: