Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La Comunità ebraica di Roma attacca Vauro: «La vignetta su Zelensky? Vergognosa». La replica: «Non c’è antisemitismo»

Il fumettista è stato criticato per avere ritratto il presidente ucraino con il naso adunco

«É una vergogna». Così la presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello ha commentato la vignetta di Vauro Senesi su Putin e Zelensky “Senza Ze e senza Vla“. Nel tweet di Dureghello si legge: «Non è una casualità, ma un’abitudine quella di un certo signore di raffigurare gli ebrei con il naso adunco con lo stile della Difesa della Razza». Alle accuse della comunità ebraica il fumettista ha risposto dicendo che nella vignetta non c’è «nessun riferimento all’ebraicità di Zelensky». Vauro ha aggiunto: «Se disegno una caricatura (si chiama così perché “carica” i tratti somatici) è ovvio che perché il soggetto risulti somigliante ne “carico” i tratti. Zelensky ha un naso importante non perché è ebreo ma perché è il suo naso». Vauro ha parlato di «malafede» dietro gli attacchi che gli sono stati rivolti. La vignetta è apparsa ieri 12 aprile su il Fatto Quotidiano.


Leggi anche: