Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia
MONDO RussiaTvUcrainaUSA

Dai salotti Tv al fronte di guerra, l’analista americano Malcolm Nance ha deciso di andare a combattere in Ucraina

«Ho FINITO di parlare», ha scritto su Twitter l’esperto americano di intelligence che da un mese ha aderito da volontario all’esercito ucraino

Da anni il pubblico americano conosce Malcolm Nance, 60 anni e con una lunga carriera militare, come un analista molto presente in tv, spesso ospitato dall’emittente Msnbc per le sue competenze in terrorismo, intelligence e sicurezza nazionale. Le sue analisi si sono concentrate anche sull’invasione russa in Ucraina, che ha commentato in tv fino a circa un mese fa. Finché oggi su Twitter ha scritto: «Ho FINITO di parlare». L’analista, veterano della Marina americana, ha annunciato infatti di essersi unito come volontario all’esercito ucraino. Una scelta fatta circa un mese fa.


«Mi sono unito alla legione internazionale e sono qui per aiutare l’Ucraina a combattere quella che è essenzialmente una guerra di sterminio. La Russia ha portato la guerra a questa gente e stanno uccidendo in massa civili, ma ci sono persone qui come me che sono qui per fare qualcosa al riguardo» ha dichiarato Nance, secondo quanto riporta il Los Angeles Times. Ieri sera, nel corso della trasmissione The ReidOut di Joy Reid, ha aggiunto: «(I Russi, ndr) stanno distruggendo le infrastrutture, e poi scopri che vanno nelle città e massacrano uomini, donne e bambini. E questo è il motivo fondamentale per cui tutti sono qui». Secondo quanto riportato nel corso della trasmissione, ci sarebbero circa 20.000 persone provenienti da 52 paesi attualmente in servizio in Ucraina dopo l’invasione russa. «Dobbiamo davvero aiutare [gli ucraini] in qualsiasi modo per fermare tutto ciò», ha concluso Nance.


Leggi anche: