Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Torino Pride da record, in migliaia sfilano per la città. Luxuria: «Giustizia anche per Cloe Bianco» – Il video

«Bisogna esserci al Pride per affermare con la presenza che siamo contro le discriminazioni», ha scritto su Facebook il sindaco Lo Russo

Migliaia di persone stanno sfilando nelle piazze di Torino per manifestare l’orgoglio Lgbtqia+ e chiedere tutele e diritti. «Queer e ora» è il motto che guida l’evento a cui stanno partecipando 18 carri. Partito da Principe Eugenio arriverà fino a Piazza Vittorio, assieme alle 22 associazioni del Coordinamento Torino Pride. Tra queste spiccano i nomi di Vladimir Luxuria, in qualità di direttrice del Lovers Film Festival, del sindaco della città Stefano Lo Russo e di Jacopo Rosatelli, assessore ai Diritti di Torino. Le istanze sono molte, a partire dalla tanto attesa legge contro l’omolesbobitransfobia, passando per la difesa della legge 194, al matrimonio egualitario. «Bisogna esserci al Pride per affermare con la presenza che siamo contro le discriminazioni», ha scritto su Facebook il sindaco. Il coordinatore del Torino Pride, Marco Giusta, si è detto entusiasta del risultato e della partecipazione dell’evento, un «record» per la città che vede sfilare «150mila» persone.


Vladimir Luxuria: «Giustizia per Cloe Bianco»

Vladimir Luxuria ci ha tenuto anche a chiedere giustizia per Cloe Bianco, l’ex docente suicida a cui avevano tolto il ruolo di insegnante a seguito del suo coming out e che è stata trovata morta carbonizzata nei giorni scorsi. «Sui diritti in Italia sono stati fatti passi da geisha, ancora troppo piccoli», ha detto la direttrice del Lovers Film Festival. «Torino è stata la prima città in cui nel 2003 un ateneo ha consentito alle studentesse e agli studenti anche se transgender di avere un libretto universitario alias quindi con il nome scelto». Ma, ha specificato poi, tornando nello specifico sulla prof di Fisica, che «non c’è solo il diritto di studenti e studentesse di andare a scuola, c’è anche il diritto alle insegnanti transgender di poter esercitare il diritto al lavoro». L’ha definita una «pagina vergognosa» e si è augurata che« almeno un docente agli esami di maturità si vesta con abiti femminili in segno di amore nei confronti di questa vittima».


TWITTER | Veronica One Hit Station / Vladimir Luxuria al Torino Pride, 18/06/2022

Video in copertina: Twitter: @alex_chicchi
Foto in copertina: Twitter / Veronica One Hit Station

Leggi anche: